Il Blog per chi ama l'Irlanda

Anne Bonny, Lady Pirate

Come sappiamo ogni leggenda ha sempre un fondo di verità e nel caso di Anne Bonny è difficile separare le due cose.
Anne nacque nel XVIII secolo proprio all’inizio del 1700, sembra a Kinsale nella contea di Cork. La data è incerta anche se alcuni storici hanno dato per reale la data del 8 marzo 1702. Figlia illegittima di un avvocato di Cork, Sir William Cormac e della sua domestica Mary Brennan, fin da bambina non ebbe vita facile poiché il padre era già sposato. La moglie di Sir Cormac scoprì il fatto quando la bambina era già nata, così face di tutto per rovinare la reputazione del marito sollevando un pubblico scandalo che costrinse Cormac a lasciare l’Irlanda per raggiungere Londra.
Poiché la famiglia della moglie gli era alle costole, per una decina d’anni Cormac e la nuova compagna Mary riuscirono a nascondersi nella grande città. Per la sicurezza della bambina, poiché temevano ripercussioni su di essa, fecero in modo che Anne sembrasse un maschio vestendola con abiti maschili facendole tenere i capelli cortissimi. Ma la ragazza cresceva, la natura stava facendo il suo corso così William e Mary decisero di lasciare Londra in tutta fretta per imbarcarsi sulla prima nave che andasse nel Nuovo Mondo. Approdarono nella città di Charleston in South Carolina dove davvero riuscirono a crearsi una nuova vita, mutando radicalmente le sorti della famiglia, anche se l’inizio non fu proprio facile. Da avvocato Cormac diventò proprietario terriero acquistando piantagioni e diventò un abile mercante.

Anne era ormai tredicenne quando perse la madre. Era nel pieno della sua adolescenza, era vivace e dall’apparente incoscienza. Considerata un maschiaccio, poiché cresciuta come tale per nasconderla alla famiglia della ex moglie, ma anche per il suo aspetto sempre trasandato, sporca in viso, con i vestiti a brandelli e i capelli rossi sempre cortissimi, Anne aveva un carattere fiero e indomito. E, prima ancora di abbandonare la vita borghese cui sembrava destinata, mostrava sorprendenti doti di coraggio, come quando, in occasione di un tentativo di violenza carnale da parte di un giovane, reagì, secondo le memorie di Capitan Johnson, rendendolo inabile per un tempo considerevole. A 18 anni era considerata un buon partito, ma con un pessimo carattere: respinse a sediate un pretendente troppo insistente.
Aveva anche un carattere ribelle, per questo andò in scontro più volte con il padre che la diseredò dopo che Anne si fidanzò con il marinaio James Bonny, un poco di buono intenzionato a mettere le mani sul patrimonio dei Cormac. Nonostante il padre cercò di dissuadere la figlia in tutte le maniere a lasciare perdere quel furfante, Anne lo sposò ugualmente. Piena di odio e di rabbia verso il padre, per vendetta gli bruciò la piantagione e fuggì con Bonny imbarcandosi verso il porto britannico di New Providence (oggi Nassau, Bahamas). Qui James Bonny faceva l’informatore per il governatore Woodes Rogers, il quale si serviva dei rapporti giornalieri di Bonny al fine di ricattare chi non avesse voluto sottostare al suo volere e alle sue leggi.  A questo punto Anne lo lasciò continuando però a vivere alle Bahamas.

In quel periodo Bonny cominciò a mescolarsi ai pirati nelle taverne locali, dove incontrò John “Calico Jack” Rackham che dopo poco tempo diventò il suo amante. Rackham offrì al marito di Anne, James Bonny, del denaro affinché Anne potesse divorziare, ma suo marito rifiutò. Anne e Rackham a quel punto fuggirono insieme dall’isola, e Bonny divenne un membro dell’equipaggio di Rackham. Anne nuovamente sfruttò la copertura che negli anni della sua infanzia la protesse dalla ex moglie del padre: per tutta la ciurma lei era un uomo e solo Rackham era al corrente della sua vera identità.

Quando Anne rimase incinta, Rackham per non smascherarla la fece sbarcare sull’isola di Cuba, ed fu là che il figlio nacque.  Da qui le teorie sulla sorte di quel bambino si sprecano poiché non ci sono notizie certe in merito. Alcuni teorizzano che sia stato addirittura abbandonato.

Dopo la nascita del bambino comunque Bonny si riunì a Rackham e continuò la vita da pirata, divorziò dal primo  marito e sposò Rackham mentre era in mare.

Un giorno, Anne incontrò, nel corso di un abbordaggio, la pirata Mary Read, che all’epoca anche lei si fingeva uomo. Col tempo solo Anne conobbe il segreto di Mary e le due donne divennero subito molto amiche.  Rackham dal canto suo non sospettava nulla dei sotterfugi delle due donne e ciò favorì un certo affiatamento fra i tre pirati. Progettarono e organizzarono molte scorribande criminali nei mari caraibici. Reclutarono un nuovo equipaggio,  rubarono la nave William ancorata nel porto di Nassau e salparono. Da qui inizia il periodo fulgido dei tre pirati più temuti. Il trio così formato trascorse molti anni in Giamaica e nelle zone circostanti rubando e saccheggiando tesori in abbondanza.

Intanto il rapporto tra Anne e Mary diventava sempre più stretto e iniziarono a dividere la stanza, tanto da provocare la gelosia di Calico Jack, che le credeva amanti. Deciso a liberarsi dell’intruso tagliandogli la gola, Calico irruppe nella cabina e scoprì Mary, seminuda, a letto con Anne. Fu così che Calico Jack e gli altri componenti della ciurma scoprirono la vera identità di Mary Read.

A questo punto, dato che la questione personale pareva chiarita, Anne, Mary e Jack presero il comando di una seconda nave cercando di creare una vera e propria flotta. Le azioni in mare furono sempre più efferate, ma ormai erano braccati dalle navi reali di stanza in Giamaica.

Infatti nell’ottobre del 1720, Rackham e il suo equipaggio furono attaccati da una “nave reale “, uno sloop capitanato da Jonathan Barnet su commissione di Nicholas Lawes , governatore della Giamaica. Purtroppo per Rackham la maggior parte della ciurma da lui guidata oppose poca resistenza visto che molti di loro erano troppo ubriachi per combattere. Mentre invece, Read e Bonny combatterono ferocemente e riuscirono a tenere a testa alle truppe di Barnet per un breve periodo. Ma erano in tanti contro due così vennero catturate. Stessa sorte toccò a Rackham e il suo equipaggio che vennero catturati e portati in Giamaica, dove furono condannati all’impiccagione. Secondo un testimone, le ultime parole di Bonny al marito in carcere furono: “Hai combattuto come un uomo, non è necessario che tu sia impiccato come un cane” come per esortarlo a togliersi la vita da solo.

Anche Mary Read e Anne Bonny vennero condannate, ma poiché entrambe risultavano incinte poterono usufruire della legge inglese che permetteva alle donne in stato interessante condannate a morte una sospensione della pena fino a parto avvenuto. Mary morì in prigione, si suppone di setticemia, subito dopo il parto.
Di Anne le informazioni giunte a noi sono discordanti in quanto non ci sono documenti che accertano il parto avvenuto o la sua esecuzione o addirittura se riuscì a scappare per riprendere la vita di pirateria. Secondo la versione di resoconti di alcuni storici sembra che Anne venne riscattata dal padre e riportata in South Carolina dove morì nel 1782 all’età di 82 anni, dopo aver condotto una vita più morigerata e allietata dalla vicinanza di un marito premuroso e dalla nascita di molti figli.

Féach tú go luath

 

Unisciti a noi:

FACEBOOK: Entra nel nostro clan “VIVIRLANDA.IT” e supporta la nostra  pagina  IRLANDAONTHEROAD.IT con un “mi piace”

INSTAGRAM: IRLANDAONTHEROAD.IT

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su telegram
Condividi su Telegram
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su vk
Condividi su VK
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest