Il Blog per chi ama l'Irlanda

Deirdree dei dolori

Questa è una triste storia, quella di Deirdree dei dolori, una leggenda che fa parte del Ciclo Epico dell’Ulster.
Di questo racconto ho trovato versioni molto più estese. E’ per questo motivo che ho fatto un riassunto degli eventi più salienti senza snaturare l’originalità della storia stessa.

 

Il re Conchubar Mac Neasa salì al potere da giovane. Acquisì il regno dal padre adottivo Fergus Mac Roich, per un anno, ma avendo dimostrato una grande saggezza durante quell’anno, il popolo dell’Ulster decise che avrebbe dovuto rimanere re fino alla fine dei suoi giorni. Quando tornò sul trono, lui ei suoi guerrieri del Ramo Rosso furono invitati a una festa nella casa di Felimid l’Harper. Felimid era di ottimo umore questa notte, perché sua moglie stava per dare alla luce il loro primo figlio, ed era molto eccitato. Chiese di poter conferire con il druido di Conchubar, Cathbad , per conoscere  la profezia che era in serbo per il suo bambino. Cathbad mise le mani sull’utero della moglie di Felimid e disse che il frutto del loro amore sarebbe stata una bambina. Il suo nome sarebbe stato Deirdree e che sarebbe cresciuta fino a diventare la donna più bella che abbia mai vissuto.

Secondo la tradizione irlandese e secondo la profezia una bambina nacque a Siobha nella notte della luna piena. Il suo fiero padre, Feidhlim, la cullò dolcemente tra le sue braccia e la chiamò Deirdree, come il druido gli aveva suggerito. Non contento Feidhlim la portò di nuovo dal druido e gli chiese di predire il futuro della sua bambina. Il druido guardò verso le stelle e poi con uno sguardo triste e rassegnato osservò la neonata.
“Cosa vedi?” Feidhlim chiese con ansia.

Questa bambina causerà grandi problemi, crescerà fino a diventare la donna più bella dell’Ulster ma genererà la morte di molti dei nostri uomini“.

Quando i Cavalieri del Ramo Rosso ascoltarono la prognosi del druido, erano a disagio e volevano che la bambina fosse immediatamente uccisa. Viaggiarono tornando dal re Conchubar e lo incitarono ad agire. Re Conchubar era riluttante a negare la vita alla bambina e escogitò un piano.

Deirdre sarà allevata molto lontano da qui e quando lei diventerà maggiorenne, la farò diventare la mia sposa“.

Questa fu ritenuta una soluzione soddisfacente per tutti e re Conchubar si mise a cercare un tutore appropriato per il bambino. La mandò in fondo alla foresta per rimanere con una vecchia saggia donna di nome Leabharcham, che si sarebbe presa cura di lei e le avrebbe insegnato tutto ciò che sapeva della vita.

Come predetto dai druidi, Deirdree divenne una bellissima, anche se sola, giovane donna. Una notte Leabharcham scoprì che era sonnambula e la vigilò per il resto della notte. Quando si svegliò al mattino, Deirdree raccontò a Leabharcham di un guerriero dai capelli neri che era stato nei suoi sogni per un mese. “È alto e bello con i capelli corvini, la sua pelle è bianca come la neve e non ha paura di nulla in battaglia”. Dalla descrizione Leabharcham riconobbe Naoise, uno dei figli di Uisneach e la sua fronte si solcò dalla preoccupazione. “Lui è Naoise uno dei figli di Uisneach ma non devi menzionare il tuo sogno ad un’anima viva. Molto presto andrai in sposa a re Conchubar. “

Deirdree pregò Leabharcham di andare da Naoise in modo che potesse incontrare l’uomo dei suoi sogni. All’inizio Leabharcham si rifiutò, ma vedendo quanto la ragazza fosse infelice cedette rapidamente.

Deirdree e Naoise si incontrarono e si innamorarono subito.”Non posso sposare Conchubar ora” disse Deirdree, “dobbiamo fuggire dall’Ulster immediatamente.” Così partirono in tutta fretta cercando di nascondersi dove potevano, viaggiando in tutta l’Irlanda, ma nessuno li aiutò, temendo l’ira di re Conchubar. Alla fine trovarono una via di fuga salpando con una nave . Approdarono e si stabilirono su un’isola al largo della costa Scozzese.

Vissero felici sull’isola per cinque anni fino a che, una sera d’autunno, un messaggero arrivò inviato dal re Conchubar. Il messaggero comunicò loro il perdono di re Conchubar chiedendo a Deirdree e Naoise di tornare in Irlanda. Deirdree venne presa da brutti presentimenti non fidandosi del Re e voleva rimanere sull’isola, ma Naoise credette alla notizia, così lui e i suoi fratelli che intanto li avevano raggiunti iniziarono a prepararsi per il viaggio di ritorno. Nonostante i presentimenti di Deirdree partirono da lì a pochi giorni. Naoise cercò di tranquillizzarla, promettendole che tutto sarebbe andato bene. Quando arrivarono, furono mandati alla fortezza dei Cavalieri del Ramo Rosso invece che direttamente al castello e Deirdree ebbe ragione dei suoi presentimenti: erano incappati in una trappola.

Non erano neppure entrati nella fortezza che furono circondati. Naoise e i suoi fratelli combatterono con coraggio ma erano in minoranza numerica. Furono catturati e portati davanti al re. “Chi ucciderà questi traditori per me?”chiese il re. Nessuno dei Cavalieri del Ramo Rosso avrebbe ucciso un altro cavaliere. All’improvviso un guerriero, Maigne Rough Hand, proveniente da un altro regno si fece avanti e tagliò le teste a Naoise e ai suoi fratelli con un solo colpo della sua spada.
La sofferenza di Deirdre fu enorme e con esso crebbe l’odio sviscerato verso Conchubar.

Il re diede a Deirdree una bella casa e la circondò con le cose migliori. Cominciò a corteggiarla, ma l’odio di Deirdre verso di lui non si raffreddò mai. Lei non lo guardava, né parlava con lui, né riconosceva la sua presenza in alcun modo. Gettò via ogni dono che le dava e non provò alcuna gioia nei lussi che la circondavano. Addirittura cantò una serenata sotto le sue finestre, poiché era famoso per la sua bella voce, ma lei chiuse le finestre lamentandosi del rumore.

Dopo un anno, Conchubar andò da lei per chiederle se c’era un uomo al mondo che odiava più di lui. Deirdree rispose: “Beh, ti odio con tutto il cuore, ma odio il Maine Rough Hand un po ‘di più, perché ha ucciso il mio Naoise”.

Così Conchubar replicò: “In questo caso, ti manderò da Maigne Rough Hand per un anno, che farà di te ciò che più gli piacerà, e vedremo se sarai più gentile con me dopo.

Mandò a chiamare Maine Rough Hand per portare via Deirdree. La misero sul carro di Maigne. Deirdree venne fatta sedere fra Conchubar e Maigne i quali si presero gioco di lei schernendola.
“Questa ragazza è impotente e docile fra due arieti” disse Conchubar e i due compari risero rumorosamente.
Passarono accanto a un luogo dove le le rocce della montagna erano prominenti sulla strada.  Maigne aveva portato i cavalli a tutta velocità, Deirdree allora con un salto repentino si buttò verso le rocce battendo la testa trovando la morte.

Fu sepolta a Emain Macha, di fianco alle tombe dove giacevano Naoise e i suoi fratelli. Conchubar non poté sopportare il pensiero che si toccassero l’un l’altro, perfino nella morte. Così fece collocare dei grossi pali di legno che furono conficcati nel terreno tra le loro due tombe. Ma due pali di legno, inaspettatamente, fecero crescere le radici nelle tombe, i due alberi crebbero e si unirono.

L’amore non ha confini nemmeno nella morte.

Féach tú go luath

 

Unisciti a noi:

FACEBOOK: Entra nel nostro clan “VIVIRLANDA.IT” e supporta la nostra  pagina  IRLANDAONTHEROAD.IT con un “mi piace”

INSTAGRAM: IRLANDAONTHEROAD.IT

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su telegram
Condividi su Telegram
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su vk
Condividi su VK
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest